Nòva24 é online

26/03/2009

nova24Nòva24, l’inserto di ricerca innovazione e creatività in edicola ogni giovedì con Il Sole 24 ORE, inaugura una nuova finestra sul web: www.ilsole24ore.com/nova.

Le ricerche giornalistiche del settimanale Nòva24 saranno visibili attraverso 5 filoni di ricerca: città illuminate, media, green business, economia della conoscenza, converging technologies.

Annunci

Obiettivi dell’anno

25/03/2009

L’Anno Europeo della Creatività e Innovazione ha l’obiettivo di fare emergere la consapevolezza che la creatività elogo_eyci-2009_home_en l’innovazione sono indispensabili per uno sviluppo personale, sociale ed economico; di divulgare le good practices, di stimolare l’educazione e la ricerca e di promuovere il dibattito e il progresso politico. L’Anno affronta un grande insieme di temi correlati quali:
1- incoraggiare l’arte e le altre forme di creatività attraverso l’educazione prescolare, primaria e secondaria compreso l’orientamento professionale e l’educazione non formale ed informale;
2- mantenere il collegamento con le forme creative di espressione personale nella vita adulta;
3- considerare la diversità culturale come una fonte di creatività e innovazione;
4- considerare le tecnologie concernenti l’informazione e la comunicazione quali media per l’espressione personale creativa;
5-assicurarsi che gli studi di matematica, scienze e tecnologia promuovano un atteggiamento mentale proattivo e innovativo;
6-sviluppare una più larga conoscenza del processo innovativo e un’attitudine maggiormente imprenditoriale quali prerequisiti per una prosperità costante;
7- promuovere l’innovazione quale rotta per uno sviluppo sostenibile;
8- sviluppare strategie a livello regionale e locale basate sulla creatività e innovazione;
9- sviluppare l’industria culturale e creativa compreso il design – in cui estetica ed economia coincidono;
10- promuovere l’innovazione nei servizi pubblici e privati.


Per uscire dalla crisi: investire sulla creatività

25/03/2009

calopresti”Per uscire dalla crisi: investire sulla creatività”. Lo ha detto il regista Mimmo Calopresti ”In un momento come questo il cinema può svolgere una funzione sociale ancora di maggiore rilievo: raccontare il mondo del lavoro e dell’industria da un altro punto di vista. Troppo spesso infatti la stampa descrive questa realtà come un mercato in cui interagiscono categorie contrapposte. Il risultato è che gli operai subiscono un nuovo tipo di alienazione, esclusi dalle rappresentazioni mediatiche. Per le fabbriche è giunto il momento di aprire i cancelli alle macchine da presa”.
(Da www.libero-news.it)


Inchiesta sul “modern living” all’Innovative Day

13/03/2009

cuore11Una breve inchiesta iniziata in occasione dell’Innovative Day di Monza, la giornata dedicata all’innovazione applicata, tenuta in collaborazione con Innovhub…
Per continuare a leggere l’articolo cliccate qui


Doctorow a MEETHEMEDIAGURU di Milano

09/03/2009

doctor1Cory Doctorow ieri a Milano alla Mediateca a parlare di creatività (non proviene dall’alto come il dito di Dio, dice), di diritti e di censura. Per Doctorow, il mondo dell’economia deve smetterla di far la guerra alla tecnologia, sfruttandone invece le opportunità. Perché le tecnologie che abbattono i costi di azioni collettive (come la diffusione di contenuti) possono consentire di investire risorse altrove. E cita il caso di Twitter, social network con diffusione di minimessaggi, che non ha avuto bisogno di investire su database o sistemi operativi e ha concentrato le risorse su servizio e banda larga, costruendo così il proprio successo.


L’immaginazione è più importante della conoscenza

09/03/2009

“Credo che l’investimento nell’educazione all’arte e la mobilità degli studenti in questo settore possa figelaiutare a far crescere il potenziale futuro competitivo dell’Europa” ha affermato Ján Figel, commissario europeo per l’Educazione, il Training, la Cultura e i Giovani e ha proseguito prendendo una citazione di Albert Einstein: “l’immaginazione è più importante della conoscenza”. Katerina Batzeli, MEP e capo della Commissione della Cultura del Parlamento Europeo ha condiviso questa opinione, ricordando che la creazione artistica e la mobilità dovrebbero essere messe al centro dell’interesse dell’anno della Creatività e Innovazione. Contemporaneamente quest’anno europeo è trasversale negli obiettivi, coprendo campi alquanto diversi, dalle imprese alla cultura, dal trasporto alla ricerca.