Per farsi notare, i giovani creativi…

Marco Cremona, Presidente dell’Adci italiano:
Oltre alle solite problematiche c’è il fatto che anche i giovani, tra loro, non fanno network. Pur non essendo dei geni riconosciuti e anche se ancora non hanno prodotto lo spot o il claim che si farà ricordare, tendono a vivere divisi e a non parlare tra loro. Per questo abbiamo ripensato al nostro sito come un social network. Almeno lì i creativi saranno costretti a incontrarsi e confrontarsi”.
Già. I creativi non si parlano. Le altre difficoltà, poi, sono la tendenza a non fare sistema, neppure tra le diverse agenzie, l’impossibilità di far passare creatività d’avanguardia ad aziende tipicamente tradizionaliste come quelle italiane, i mezzi che sono sempre meno, se si escludono le multinazionali e i prodotti davvero “global”.
Per i giovani talenti che non hanno a che fare con queste grandi realtà, dunque, dovrebbe essere un quasi disastro? In realtà, in occasione dell’anno europeo della creatività, possibilità di farsi notare per fortuna ce ne sono ancora.

(Da Nova 24, Il Sole 24 Ore, 5.02.2009)

Annunci

2 Responses to Per farsi notare, i giovani creativi…

  1. dario ha detto:

    Si è vero..non riusciamo a comunicare tra noi..e non riusciamo neanche ad incontrarci..ed è un peccato..E’ assurdo (ma è anche una triste realtà) pensare che esperti di comunicazione come noi, non sian in grado di comunicare tra loro..E neanche di incontrarsi..Continuare a pensare che l’associazione di idee è un modo per “fregare” l’idea al prossimo e non un connubbio di idee intrecciate che posson sfornare il prodotto che faccia davvero la differenza.Forse perchè si pensa che l’Italia non comprenderebbe l’estro..Se si pensasse invece che il panorama italiano possa essere anche solo una vetrina per un panorama che vada oltre, sicuramente le cose cambierebbero..Ma forse semplicemente di fatto abbiam paura di farcela..Sono un’aspirante copywriter e questo è il disfattismo che incontro tra i pochi creativi che ho conosciuto..Ma desiderei davvero incontrare quei creativi vincenti che han davvero voglia di farcela, creare, crescere..Voi ne conoscete qualcuno??

  2. Il problema della Creative Class italiana è quella di non condividere per eccesso di egocentrico narcisismo, che essenzialmente porta a gravi problemi: non si comunica, le idee non passano da una mente all’altra, non ci si confronta nè ci si forma…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: